Un buonissimo e semplicissimo Banana Bread. Non è pane, ma non è torta.

E’ un buon mix di zuccheri naturali dati dalle banane, grassi buoni dati dal cocco e dalla frutta secca e proteine date dalle uova. Si tratta di una ricetta molto diffusa nei paesi anglosassoni, dove però la quota di zuccheri e grassi (da burro) è ben superiore a quella di questa versione.

A New York ne avevo assaggiato uno molto buono da Sarabeth’s Bakery: certo, più dolce e carico di quello che preparo io, ma comunque buono e valido per una merenda nella City. 

La mia versione del banana bread

E’ una versione a basso carico glicemico, senza farine, perfetto per una colazione energetica e saziante. Non ha zuccheri aggiunti (nè zucchero saccarosio, né miele, né sciroppo d’acero..) e la dolcezza è data appunto dalle banane mature e dalle spezie che “tirano fuori” la dolcezza stessa.

banana bread

La ricetta del banana bread

 

Cosa serve

  • 3 banane ben mature
  • 3 uova biologiche
  • 60 g di farina di cocco (non il cocco rapè o gratuggiato, proprio farina che si trova nei negozi bio)
  • 80 g di frutta secca: io di solito uso le mandorle ridotte in farina e poi un mix di noci e nocciole tritate più grossolanamente
  • 2-3 cucchiai di olio extravergine di cocco
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci (oppure 1 cucchiaino di cremor tartaro + 1 cucchiaino di bicarbonato)
  • spezie a piacere per “addolcire” (io: cannella, noce moscata, vaniglia in polvere)

Come si prepara

In un mixer ho frullato le banane, le ho montate con le uova e l’olio extravergine di cocco. Ho aggiunto poi tutti gli ingredienti secchi, spezie comprese e ho mescolato per bene.

Ho trasferito l’impasto in uno stampo da plumcake rivestito da carta da forno bagnata e ho infornato per 30-35 minuti a 180°C.

Spero vi piaccia e se lo preparate taggate la vostra foto con @unamelaperdietista!

Come sono le vostre merende? scrivetemi nei commenti!

F.

Ragù di lenticchie
Muffin guilt-free