cambio dispensa

Qualche settimana fa stavo chiacchierando con Angela, l’altra fashion blogger, autrice del blog Con Cosa Lo Metto. Io mi lamentavo del cambio armadio, lei del cambio dispensa.
E allora questa idea, di darvi qualche dritta, alla Marie Kondo, per rendere ordinata e bella la vostra dispensa..sana!

In questo articolo vi avevo elencato gli ingredienti necessari per una dispensa sana, che vi permetta di variare l’alimentazione senza renderla noiosa!

Ora invece vediamo come ordinare la dispensa, in pratica!

Ho seguito i consigli di Angela per il cambio armadi per creare il mio Cambio Dispensa!

Cambio dispensa, passo n.1: Svuotare

Esatto! Aprite le antine della vostra dispensa e togliete tutto quanto: cereali, legumi, spezie, frutta secca, semi, prodotti da forno, prodotti in scatola,…
Sì, dovete avere avere la dispensa vuota, perchè così è più semplice riordinare tutto.
Intanto che è vuota un passaggio di acqua-aceto bianco-olio essenziale di rosmarino aiuta a disinfettare, sgrassare e pulire!

Cambio dispensa, passo n.2: Dividere

Dividete sul tavolo gli alimenti in base al genere di appartenenza:

  1. Cereali e farine: pasta, riso, orzo, farro, quinoa, grano saraceno, farine di diverso tipo (castagne, cocco, avena, riso, frumento integrale, mais)
  2. Frutta secca, semi, frutta essiccata: noci, nocciole, mandorle, semi di zucca, prugne secche, uvetta.
  3. Spezie e erbe aromatiche: cannella, cardamomo, zenzero, curcuma, paprika, maggiorana, timo, alloro, origano, rosmarino, curry, chiodi di garofano, pepe, sale marino integrale, sale rosa dell’Hymalaya..
  4. Condimenti: olio extravergine d’oliva, aceto, aceto balsamico
  5. Prodotti per la colazione: fiocchi d’avena, muesli, fette biscottate integrali, biscotti (pochi!!!!). Ma anche marmellata, crema di frutta secca
  6. Prodotti da forno: cracker, grissini, gallette bio
  7. Scatolame: tonno, sgombro, salmone, alici, legumi in vaso, passata di pomodoro..
  8. Caffè, tè, infusi

Nel fare questo controllate le date di scadenza, avendo poi l’accortezza, quando rimetterete tutto a posto, di mettere gli alimenti con scadenza più lunga in fondo.

cambio dispensa

Cambio dispensa, passo n. 3: Eliminare le confezioni originali

E’ giunto il momento di riorganizzare tutto.
Innanzitutto procuratevi dei barattoli di vetro o in plastica. Sapete che non sono pro-plastica, però se avete bimbi piccoli che frugano in dispensa e non volete rischiare, vi consiglio questi contenitori in plastica.

Molto eleganti da vedere, hanno anche il grande pregio di farvi vedere che cosa contengono. Sceglieteli di dimensioni diverse a seconda di quello che devono contenere. Basta davvero poco e la vostra dispensa sembrerà già più ordinata.

Io uso i barattoli di vetro Weck Droit, che sono pratici perchè si possono facilmente impilare. Attacco anche un pezzetto di scotch carta sul fondo su cui annoto: 1) tipo di alimento contenuto, 2) data di apertura ed eventuale data di scadenza (se non è dopo 1 anno!), 3) eventuale tempo di cottura. Potete anche scegliere delle etichette più chic, ma io vado di praticità a volte!

Di barattoli ne ho di diverse misure:

  • piccoli (80ml) per le spezie ed erbe aromatiche e i semi (preferisco sempre acquistarne in piccole quantità)
  • medi (160 ml -290 ml) per 3-4 tipi di frutta secca diversi e la frutta essiccata tipo il cocco e l’uvetta
  • medio-grandi (290 ml -370 ml) per i legumi secchi: ceci, lenticchie, fagioli. Almeno tre tipi diversi di legumi
  • grandi per i cereali (580 ml – 850 ml): riso, orzo, farro, 2-3 tipi pasta multicereale e di legumi. Anche le farine quando le acquisto poi le metto in questi contenitori, usando la chiusura ermetica: in un barattolo ho la farina di castagne, in un altro quella di avena, quella di grano saraceno, nell’altra di ceci

Cambio dispensa, passo n. 4: Organizzare

Come riempire ora la dispensa con tutti questi barattoli belli e pieni di cose buone?
Cercate di dedicare uno spazio della vostra dispensa ad ogni genere alimentare. Io ho una cucina vecchiotta, in cui non c’è la zona dispensa, ma ho dei semplici pensili con 4 antine. Vedendo la cucina di mio fratello, con cassettoni ad hoc per contenere i barattoli suddetti e una dispensa unica…mi sale l’invidia!!
Quindi, in base alla vostra cucina, trovate 4 mensole/pensili/antine/cassettoni in cui dividere i genere alimentari:

  • Uno spazio deve essere senza dubbio dedicato ai cereali: pasta, riso e company. Se li avete messi in barattoli impilabili potete sfruttare l’altezza della dispensa, altrimenti ci sono scatole rettangolari e strette che possono fare al caso vostro. Potete mettere in questa stessa dispensa anche le farine
  • Uno spazio, magari quello più facile da raggiungere, dedicato a prodotti per la colazione. Ed ecco che potete dividere questo spazio in dolce da una parte e salato dall’altra! Quì potete mettere un’alzatina (questa dell’Ikea è perfetta) per poter mettere marmellate (ancora chiuse), creme di frutta secca e altri ingredienti vari.
  • Uno spazio per ordinare tutto lo scatolame e i prodotti a lunga conservazione: tonno, passata di pomodoro. E in questo angolino potete anche mettere la scorta di caffè, tè che tenete in casa

cambio dispensa

Inoltre:
Barra porta oggetti
Per le spezie io personalmente sfrutto la barra sopra al piano della cucina e, un po’ distanziati rispetto ai fuochi, ho attaccato una griglia su cui ho appoggiato tutti i vasetti. Dico un po’ distanziati perchè spezie ed erbe aromatiche non dovrebbero stare vicino al calore. Potrebbe anche venire bello ordinato porre tutte le spezie in un antina su un vassoio girevole (tipo questo) oppure un porta spezie così. Sotto a questa griglia ho messo un vassoietto con il macinapepe, macinasale e un barattolo con il sale grosso.

Antina scorrevole
Sezione condimenti: molte cucine moderne hanno un’antina estraibile dove poter mettere olio, aceto, il vino da usare in cucina. Ecco, io non ce l’ho!! Ho solo un cassettone alto e stretto in cui ho riposto una cassetta dell’Ikea come questa, in cui metto ben ordinate tutte le bottiglie di condimenti.

Mensola a vista
Alla frutta secca e semi ho dedicato uno spazio su una mensolina: mi piace che si vedano un po’ gli ingredienti che uso e la frutta secca fa scena!! Idem per il caffè (se non lo conservate in frigorifero per mantenerne l’aroma): fatevi regalare un bel barattolo per il vostro caffè!
E anche per i tè e infusi. Io ho acquistato 3 tè della LOV Organic perchè quelle scatole di latta mi fanno impazzire. Una volta terminato il tè ho usato le scatole per riempirle con diverse bustine. Ma potete usare anche le scatole porta tè che ormai si trovano ovunque oppure mettere le bustine nei barattoli di vetro, magari uno diverso, tipo questo!

Bene, credo di avervi raccontato un po’ come riordinare la vostra dispensa!

So che è un lavoro faticoso e che porta via un po’ di tempo, ma questa è la stagione giusta per affrontarlo: l’autunno porta inevitabilmente con sé una necessità di cambiare gli ingredienti tenuti in dispensa!

Se sentite di aver bisogno di una mano, sarò felice di aiutarvi con una consulenza apposta per voi e per la vostra famiglia…che possa creare un nuovo servizio per voi?!

F.

Verdure gustose e come ottenerle
Igiene in cucina: frigorifero e congelatore