La vita è come la ricetta per una torta. Se segui i soliti ingredienti farai la torta ma già saprai che gusto avrà, gli altri la assaggeranno, apprezzeranno ma dimenticheranno presto. Ci vuole sempre un pizzico di genialità in ogni ricetta per far si che essa non muoia con l’ultimo assaggio.

Per raggiungere il risultato di questa torta ci sono volute moltissime prove. Tutto perchè volevo adattare una vecchia ricetta. All’inizio il risultato fu un disastro: consistenza dura, non di certo gradevole e tantomeno simile alle buone Camille.

Poi piano piano, conoscendo meglio gli ingredienti e le loro funzioni e proprietà reologiche ho capito dove sbagliavo e come rimediare. Ecco la mia ricetta per voi e sappiate che non è ancora quella definitiva…sono sicura che qualcosa cambierà ancora!

La ricetta delle camille, la mia torta di carote 

Cosa serve

  • 400 g di carote
  • 150 g di zucchero di canna integrale o di cocco (negozi bio)
  • 3 uova
  • 200 g di frutta secca (noci, nocciole, mandorle a tua scelta)
  • 100 g di farina integrale
  • un cucchiaio di yogurt naturale (per gli intolleranti: un cucchiaio di succo di mele)
  • un cucchiaino di lievito
  • scorza di limone

torta di carote

Come si preparano

In una ciotola mescolare lo zucchero e i tuorli fino a ottenere un composto spumoso, al quale unirete un cucchiaio di yogurt. Pelate e tagliate a rondelle le carote, frullatele nel mixer insieme alla frutta secca e versate il composto nella ciotola con le uova. Unite la farina, il lievito e gli albumi montati a neve. Prendete una teglia, rivestitela con carta da forno (aiutatevi bagnando la carta da forno sotto l’acqua e poi strizzandola bene) e distribuite il composto. Cospargente con scorza di limone grattugiata e infondate a 180°C per 30 minuti.

Perfetta consumata a colazione con una buona tazza di tè verde, oppure, come merenda! Ai vostri bimbi piacciono?

F.

Cracker di semi, uno spuntino pratico e goloso
Gelato magico di fine estate