“Siamo così dolcemente complicate…” con le nostre forme.
Ogni donna ha la propria forma ed è unica per quello che è.
Forma a mela, forma a pera, forma a clessidra.


In generale si possono distinguere tre tipiche forme femminili:

  • pera, tipica forma femminile, con fianchi e cosce larghe e torace stretto;
  • mela, più tipicamente maschile, con l’accumulo di grasso a livello addominale;
  • carota o clessidra o diamante, con curve più sinuose.

La diversa forma corporea dipende dal diverso modo in cui si accumula peso e, più specificatamente, dagli ormoni.

forma a mela

Hai una forma a mela?

Metti peso sulla parte addominale?
Tendi ad avere collo e schiena robuste?
Quando ti metti a dieta cali in centimetri su gambe e seno, ma poco sull’addome?

Allora la mela è la tua forma.

La genetica di certo conta, ma più che altro sono gli ormoni che influenzano le forme corporee. Ogni ormone agisce sulla donna in maniera diversa.

Ecco allora che quando gli estrogeni dominano, si tenderà a mettere peso sulla parte bassa, quella a livello di cosce e gambe (la classica forma a pera).

E ora vediamo gli ormoni preponderanti delle meline.

Quali ormoni influenzano la forma a mela?

Quando il peso si accumula nella parte addominale gli ormoni più interessati sono l’insulina e il cortisolo.

L’insulina viene prodotta dal pancreas e che ha il ruolo di equilibrare gli zuccheri. Si innalza a fronte di un innalzamento della glicemia, causata da un’alimentazione ricca di zuccheri e carboidrati semplici.

Il cortisolo è prodotto dalle ghiandole surrenali e che è l’ormone dello stress. Donne con livelli di cortisolo elevati sono donne più all’erta, sensibili allo stress (che si preoccupano facilmente, vanno in ansia), sempre di corsa, caffè-dipendenti e che soffrono particolarmente di fame nervosa.

Quindi se una donna ha già una glicemia piuttosto alta e, presa dalla fame nervosa dettata dal cortisolo, mangia zuccheri (biscotti, cioccolatini, caramelle) o dei carboidrati (pane, cracker, taralli, pasta..) succede che si innalza anche l’insulina (tanti zuccheri mangiati = tanti zuccheri nel sangue = tanta insulina). Avere continui picchi di glicemia e di insulina durante la giornata, per giorni, mesi e anni la farà ingrassare perchè lo zucchero viene trasformato in grasso. E questo shake ormonale fa accumulare grasso sull’addome.

E la dieta?

Dal punto di vista nutrizionale non è sufficiente agire esclusivamente con una dieta ipocalorica, ma bisogna prendere in considerazione delle peculiarità.

forma a mela

  • La dieta dovrà essere a basso carico glicemico, prevedendo sempre l’abbinamento di carboidrati e proteine e mai pasti sono a base di carboidrati (ad esempio: meglio preferire pasta con salmone e zucchine piuttosto che pasta con zucchine e basta!)
  • Per tenere a bada il cortisolo, può essere utile limitare tutte le bevande eccitanti, come tè, caffè e alcolici. Utile anche cercare di consumare i pasti con estrema tranquillità…ciò significa niente panino azzannato in macchina o davanti al pc!!
  • La colazione dovrà essere povera di zuccheri, ma ricca di proteine. Benissimo alla colazione salata, che sazia di più e stabilizza meglio la glicemia
  • Per gli spuntini preferire un’abbinamento di frutta fresca e frutta secca, per evitare picchi glicemici. Evitare invece dolci o zuccheri mangiati a stomaco vuoto (sì, la fettina di dolce meglio dopo il pranzo della domenica che per merenda!). Leggete il mio articolo sugli spuntini per alcuni pratici suggerimenti.
  • A pranzo prediligere un secondo piatto (carne, pesce, uova bio) con verdure e pane piuttosto che un primo piatto: troppi carboidrati a pranzo potrebbero dare sonnolenza in questo caso
  • A cena si potrà optare per un primo piatto con legumi e verdure
  • Attività fisica, va fatta con regolarità e bisogna prendere in considerazione che pilates e yoga possono abbassare i livelli di stress.

Meline, siate serene, siate tranquille, siate sorridenti: questo è il principio su cui basare il vostro percorso.

In più mi piace lasciavi con una nota di stile della cara Angela di Con Cosa Lo Metto: in uno dei suoi ultimi post vi da qualche consiglio di moda per valorizzare la vostra forma a mela. Pronte ad arricchire il vostro guardaroba con i giusti capi in vista del calo di centimetri?

In ogni caso, se decidere che è arrivato il momento di perdere qualche chilo nel modo giusto, affidatevi sempre a un professionista e non praticate il fai-da-te: il rischio è quello di peggiorare la situazione!

F.

Forma a pera: donna e ritenzione
Dieta per la fertilità, esiste?