Un giovedì, un giovedì qualunque, uno di quelli in cui la stanchezza della settimana inizia a farsi sentire. Fuori la pioggia.

In giornate come queste stare davanti al computer a scrivere articoli, aggiornarmi e scaricare articoli scientifici è fuori discussione (se possibile).

Mi serve trascorrere almeno un paio d’ore in cucina.
Tra i miei ingredienti.
Con le mie spezie.
Con i miei abbinamenti a volte azzardati.

Le giornate uggiose mi fanno venire voglia di comfort, qualcosa di cremoso, qualcosa di saporito. Ma basta con vellutate e zuppe!

E quindi ho dato vita a un hummus di ceci unconventional e totalmente improvvisato.

Perchè non il classico hummus di ceci?

Perchè sinceramente a volte mi stanca.

A volte è troppo pesante.

E allora ho preso quel barattolo di ceci lessati che tengo per le emergenze, ho aperto il frigorifero (ammetto, quasi vuoto) e cercato cosa potesse starci bene. Ed ecco il risultato.

La ricetta dell’hummus di ceci

Cosa serve

  • ceci lessati o in barattolo di vetro (io Alce Nero)
  • 300 g di verdura arancione: io ho usato un mix di carote e zucca
  • qualche fogliolina di erba aromatica: timo e salvia in primis
  • due cucchiai di tahina chiara
  • mezzo limone
  • un paio di cucchiai di olio extravergine d’oliva

Come si prepara

Ho tagliato le carote e la zucca a tocchetti e le ho cotte a vapore aggiungendo erbe aromatiche, in particolare timo e salvia freschi: questo passaggio l’ho fatto usando la funzione Varoma del Bimby. Una volta cotte le ho lasciate raffreddare.

Ho scolato i ceci, sciacquandoli benissimo sotto l’acqua corrente e inseriti nel mixer.  Ho aggiunto nel mixer le verdure, la tahina e il succo di mezzo limone. Poi ho azionato il frullatore e ho corretto la consistenza aggiungendo un cucchiaio di olio extravergine d’oliva.

L’hummus è perfetto su fette di pane arso tostato….una delizia!

 

E voi come lo preferite? Classico o in varianti personalizzate?

F.

Zuppa di cavolo nero
Zen Pasta natalizia