Dispensa furba. Dispensa sana. A ottobre è iniziata la convivenza con il Dottore e dei giorni passati a organizzare il nostro nido la parte che mi è piaciuta di più è stata senza dubbio quella dedicata alla dispensa e alla cucina.

Avevo già portato a termine una rivoluzione nella dispensa della mamma, ma scalpitavo all’idea di poterla avere come dico io, come piace a me. Con gli ingredienti in ordine tutti nei vasetti di vetro.

Purtroppo (o per fortuna per certi versi) non ho potuto scegliere la cucina dei miei sogni e neppure una che si avvicinasse minimamente, ma mi sono accontentata di quella già presente nell’appartamento.

Nota negativa:

pochi spazi e mal organizzati, ma con tutti i miei vasetti ogni angolo è diventato funzionale. 

La dispensa

Ma ora veniamo al sodo. Come comporre una dispensa che sia sana e ricca di tutti quegli ingredienti evergreen che si possono usare in cucina?

dispensa

Su vostra richiesta vi racconto cosa potete trovare nella mia, così da prenderne spunto.

Spezie ed erbe aromatiche

I miei migliori amici, che sfodero ogni qual volta che mi trovo ad accendere i fornelli. Ne ho davvero molte, così che posso variare il più possibile e sperimentare nuove combinazioni. Nei vasetti delle spezie trovate: cannella, zenzero in polvere, paprika dolce, curry, masala, curcuma, noce moscata intera, chiodi di garofano, cardamomo, peperoncino, senape nera, fieno greco. Poi ho una serie di vasetti con le erbe aromatiche secche: rosmarino, timo, maggiorana, alloro, origano. Ma anche bacche di ginepro, semi di cumino e finocchietto. Ho anche delle erbe aromatiche fresche sul balcone: basilico (ora no, ma punto a metterlo in primavera), salvia, timo fresco, rosmarino. I capperi sotto sale li metto in questa categoria? Ma sì! Quelli che ho io vengono direttamente da Pantelleria, che fortuna!

Cereali

Mi piace variare e non fare sempre e solo gli stessi cereali, quindi in questo verso la mia dispensa è ricchissima. In settimana, senza contare le schiscette che preparo al Dottore, preferisco usare i cereali in chicco. Non manca il riso in diverse varietà (carnaroli per il risotto, venere per i piatti unici e basmati o jasmine per accompagnare i secondi piatti). C’è la quinoa, il grano saraceno, il miglio, l’orzo o il farro e anche il cous cous di farro integrale, che per la sua cottura rapida diventa un alleato per le schiscette dell’ultimo minuto!

Certo che nella mia dispensa c’è anche la pasta di grano duro (Alce Nero o Rummo o Iris) sia integrale che non, ma anche pasta di farro o di grano saraceno. Ultimamente trovate anche pasta di legumi (di ceci o di fagioli verdi), con cui sto sperimentando alcune ricette.

Legumi

Ceci, lenticchie e fagioli cannellini e borlotti secchi solitamente non mancano mai! Quando li preparo ne faccio sempre qualche porzione in più da surgelare, così da averne sempre un po’ a disposizione per creare i piatti unici. I ceci sono in assoluto i miei preferiti, che non mancano mai!

Farine

Ho sempre la farina di grano saraceno o avena che uso per fare le crepes o i pancake a colazione o, nella versione salata, per i miei pranzi “spicci”. In autunno acquisto la farina di castagne che uso per gli stessi scopi e che uso anche per preparare il castagnaccio. Trovate anche la farina di ceci, usata spesso per le piadinette o per la farinata.

Ma ci sono sempre un paio di confezioni di farina di tipo 1 o 2 che tengo per le evenienze: si sa mai che ci viene voglia di fare la pizza o una focaccia fatta in casa!

Frutta secca e semi

Un altro must have nella propria dispensa, sono ingredienti più versatili di quanto si possa pensare. Mandorle, noci, pistacchi, pinoli, noci di Macadamia, noci Pecan, anacardi, arachidi, nocciole. Ma anche semi di zucca, semi di girasole, semi di canapa, semi di lino, semi di sesamo. Questi possono essere aggiunti a delle insalate, a dei contorni di verdura cotta, ma anche usati insieme a delle verdure per ottenere un pesto con cui condire un primo piatto o, ancora, per fare una sana “panatura”a pesce o carne da cuocere al forno. Come non dimenticare le creme di frutta secca: di nocciole o di mandorle al 100% (Probios o Damiano).

Una nota anche sulla frutta essiccata, come carnberries e more di gelso: sono ingredienti che aggiungo solitamente nel porridge oppure nelle insalate ad esempio per smorzare l’amarezza di alcune verdure come radicchio, rucola o catalogna. Mentre datteri e albicocche secche le acquisto quando ho bisogno, per inserirle in qualche ricetta naturalmente dolce. Parlando di essiccati, cito anche i pomodori secchi, recente new entry: li acquisto secchi al naturale (non sott’olio e non sotto sale) e prima di usarli in sughi o in insalate o nelle piadinette li sciacquo bene sotto l’acqua inumidendoli un po’.

 

dispensa

I mai senza di emergenza

Ci sono quegli ingredienti che tengo per le emergenze. E’ facile trovare nella mia dispensa ceci o cannellini in vaso di vetro (mai in lattine!!) perchè può essere che ci siano delle volte in cui mi servono e, mannaggia, non li ho preparati. Oppure anche tonno e sgombro, sempre in vaso di vetro (tipo As do Mar): io non li amo particolarmente, ma li uso per condire la pasta del Dottore oppure in estate è facile che li usi nelle insalatone. Passata di pomodoro, polpa di pomodoro, (Alce Nero, Iris), pesto alla genovese: ci sono, non lo nascondo, ma guardo sempre gli ingredienti e non li acquisto a caso.

Varie ed eventuali

Cioccolato fondente (specialmente Domori) per la mia coccola serale. Per la mia colazione non manca mai la granola Ambrosiae e i fiocchi d’avena per il porridge. Per quella del Dottore mi capita di acquistare dei biscotti con ingredienti buoni (no oli vegetali e troppi zuccheri) o, per le mattine che devono partire bene, c’è la sua Nocciolata Rigoni . Abbiamo in casa anche i taralli con olio extravergine d’oliva, perchè ci sono giorni in cui mi prende un po’ di nausetta da buco allo stomaco e questi sono gli unici che la placano.

Se volete la prossima volta passo in rassegna il congelatore! 🙂

F.

Link: Alce Nero; Rummo; Probios; Damiano; Iris; As do Mar; Domori; Rigoni d’Asiago; Ambrosiae

Igiene in cucina: frigorifero e congelatore
Organizzarsi in cucina: il Bimby