nuovo inizio

I primi giorni dell’anno, come il mese di settembre, sono quelli che preferisco in assoluto. Il motivo è semplice: è un nuovo inizio. C’è aria di cambiamenti, c’è aria di buoni intenzioni e c’è positività nell’aria.

Un nuovo inizio

Tutti noi abbiamo, in questo nuovo inizio, come obiettivo quello di migliorare qualcosa della nostra vista, di noi stessi o del nostro stile di vita: perché non partire dall’alimentazione quest’anno?!

Con questo non intendo dire che bisogna partire con una dieta ferrea e mettersi a stecchetto, ma intendo dire che bisogna imparare a seguire un’alimentazione più regolare e consapevole.
Prima di tutto, per non far cadere i buoni propositi dopo una settimana, servono organizzazione e pianificazione… serve darsi delle regole.

Fare una spesa sana

Vi sembra superfluo e banale? Ma pensateci bene: se si impara a mettere nel carrello i giusti alimenti, senza riempirlo di cibo spazzatura pericoloso per la linea e la salute, si è già a metà dell’opera perché si riempirebbe la propria dieta solo di cibo buono e sano. Quindi lasciate sugli scaffali merendine, biscotti, salatini e snack. 

“Beh, ci sono dei bambini in casa, loro devono mangiare!”

Niente scuse! Se non va bene per voi, figuriamoci per vostro figlio!
Invece perché non riempite il carrello con cibi che potete utilizzare per preparare pasti genuini e sane golosità?

Cereali integrali, farine integrali, pesce, carne magra, legumi, frutta e verdura. Pianificate inoltre i vostri acquisti in base alle reali esigenze di consumo: ne guadagnerà il vostro portafoglio, ma soprattutto la vostra salute. Fate che sia davvero un nuovo inizio!

Organizzazione, serve organizzazione

Non potete pretendere di preparare pasti sani ed equilibrati se non vi siete organizzati un minimo: magari vi serve uno schema settimanale per qualche tempo su dove annotare cosa acquistare e cosa preparare, variando il più possibile e abbinando al meglio i pranzi e le cene. Basta dedicare a questo schema mezz’oretta a settimana, magari proprio prima della grande spesa.

Armatevi di matita e foglio e annotate, annotate le ricette che volete provare e i piatti che volete preparare per far felici voi e la vostra famiglia.
(Se avete bisogno di una rispolverata su come preparare il Piatto Sano leggete qui)

Non sempre i soliti ingredienti

Nuovo inizio, nuovi ingredienti!

La cucina è fatta di tantissimi ingredienti, spesso sconosciuti, che possono rendere la dieta più variata e non monotona e ripetitiva. Volete cucinare una pasta con le verdure e usate sempre le stesse: pomodori-zucchine d’estate, zucca d’autunno e broccoli d’inverno? Volete mangiare del pesce e optate sempre per il salmone?
Magari avete bisogno di fare un giro più accurato al supermercato e scoprirete nuove tipologie di verdure! (le bietole, il radicchio, le taccole, il cavolo romano…).

Troverete il pesce azzurro più gustoso (e meno inquinato) o addirittura della frutta che sia diversa dalla solita mela.
Avete mai provato le noci pecan o di macadamia (senza sale ovviamente). Provate e azzardate!

nuovo inizio

Osate in cucina con nuovi sapori

Sempre con la finalità di rendere i vostri piatti sempre diversi, provate a cambiare i gusti utilizzando le spezie e le erbe aromatiche: in questo modo il filetto d’orata può essere ogni volta diverso! Quali spezie acquistare? paprika, curcuma, zenzero, peperoncino, anice, semi curry, cannella, noce moscata, pepe, coriandolo.
Io personalmente ho scoperto la curcuma e l’aggiungo praticamente ovunque: nei risotti, per insaporire la zucca, per marinare le code di gambero o il petto di pollo, nell’impasto per il pane, per insaporire le patate al forno… insomma, dove penso possa starci bene l’aggiungo, a volte azzardando!

Ma abbiamo anche tantissime erbe aromatiche che possiamo utilizzare: maggiorana, timo, basilico, rosmarino, menta, salvia
Ad esempio, lo sapete che il timo e la maggiorana stanno benissimo con la zucca?

Imparate a congelare

Lo so benissimo che non è sempre possibile, per tempo e per fretta, consumare alimenti freschi di giornata, ma per questo ci viene in aiuto il nostro amico congelatore. Potete quindi congelare diversi alimenti freschi che aquistate:

  • Verdura: lavatela e tagliatele a tocchetti, riponendola già porzionata in sacchetti trasparenti. Sarà necessario solo scaldarla in padella o nel forno e, nel giro di qualche minuto, avete il vostro contorno bello pronto;
  • Legumi: cucinate grandi quantità (anche mezzo chilo) di ceci, fave o fagioli dopo l’ammollo previsto e conservateli già porzionati nel congelatore;
  • Carne e pesce fresco già porzionati, da scongelare nel frigorifero per 6 ore;
  • Pane fresco affettato, da scaldare nel tostapane per la colazione;
  • Erbe aromatiche: sminuzzate basilico e prezzemolo, per avere erbe aromatiche con cui dare sempre sapore ai vostri piatti.

Ricordatevi, però, di non lasciare questi alimenti congelati per più di 6-8 settimane.

Cucinate più porzioni

Il must della stagione è la zuppa d’orzo? Per prepararla ci si impiega quasi un’ora: perché allora non fare 1-2 porzioni in più da conservare in frigorifero per 3-4 giorni? Nel tempo di una doccia avrete la cena già pronta. Potete usare questa strategia anche quando preparate la verdura: fatene grandi quantità e poi conservatela, se vi avanza oltre i 3 giorni, congelatela.

Bisogna farsi furbi

… e sfruttare tutte le potenzialità della cucina e del cibo!
Cuocere i legumi necessita di tempi esagerati?  L’uso della pentola a pressione abbatte i tempi, addirittura dimezzandoli. Per creare secondi piatti sempre diversi imparate l’arte della marinatura per rendere carne e pesce più gustosi: limone e zenzero una volta, arancia e rosmarino un’altra volta. Avete appena fatto lessare i broccoli e l’acqua si è colorata tutta di verde? Non buttatela, ma usatela per lessare la pasta, che assorbiranno così i minerali disciolti.

Quali sono i vostri trucchi?

F.

Volete scaricare un pratico menù planner? Ecco qui il PDF

Combattiamo a tavola il disturbo dell’umore stagionale
Dopo le feste